Chiudi

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Iscriviti ora a WOMO ONLINE STORE per ricevere tutte le news su nuovi prodotti e promozioni esclusive!

Domande frequenti

Test sugli Animali

  • I COSMETICI E I PROFUMI WOMO SONO TESTATI SUGLI ANIMALI?

    WOMO non effettua né commissiona test sugli animali, secondo quanto previsto dalla relativa normativa europea.

    Una garanzia che riguarda non solo i prodotti finiti, ma anche le materie prime di ultima generazione testate dal 2004 in poi. La normativa europea sui prodotti cosmetici vieta infatti dal 2004 i test su animali dei prodotti finiti, una pratica dismessa dall'industria cosmetica oltre 15 anni prima dell'entrata in vigore della legge. L' 11 marzo 2009 è inoltre entrato in vigore il divieto di commercializzare, sul territorio dell'UE, i non solo i cosmetici la cui formulazione finale è stata oggetto di sperimentazione animale, ma anche prodotti che contengono ingredienti testati su animali al di fuori dell'Europa comunitaria.

     

    Nel marzo 2013 subentrerà il divieto di commercializzazione di prodotti cosmetici contenenti ingredienti testati per particolari studi di tossicità (tossicità da uso ripetuto,tossicità riproduttiva e tossicocinetica) su sostanze da utilizzare per scopi cosmetici.

     

    Womo si impegna a seguire i progressi dell'industria cosmetica italiana ed europea nella ricerca di sperimentazioni sostitutive ai test tossicologici sugli animali che tutelino la sicurezza dei consumatori.

  • PERCHÉ I PRODOTTI COSMETICI WOMO NON RIPORTANO L'INDICAZIONE "NON TESTATO SUGLI ANIMALI" E IL SIMBOLO DEL CONIGLIETTO "CRUELTY FREE"? PERCHÉ WOMO NON COMPARE NELL'ELENCO DELLE AZIENDE COSMETICHE ISCRITTE ALLA LAV?

    La Comunità Europea vieta la sperimentazione dei prodotti finiti sugli animali dall'inizio degli anni 80. Inoltre, da marzo 2009 è vietato commercializzare prodotti cosmetici che contengono ingredienti testati su animali al di fuori della UE.
    Le linee guida sull'uso di dichiarazioni relative all'assenza di sperimentazioni animali, contenute nella direttiva 2006/406/CE, riportano quanto segue:

     

    "In accordo con la normativa Europea l'azienda responsabile dell'immissione del prodotto sul mercato non è obbligata ad utilizzare una dichiarazione per indicare che non si è fatto ricorso alla sperimentazione animale".

     

    Il logo che raffigura il "Coniglietto - Cruelty Free", per il cui utilizzo è necessaria l'iscrizione a determinati enti privati, non è né obbligatorio né necessario a garantire e testimoniare il rispetto della normativa vigente.
    WOMO, infatti, ha deciso, come propria specifica policy in materia, di non iscriversi ad enti privati e quindi di non versare le relative quote annuali di iscrizione e di certificazione; al fine di potersi unicamente focalizzare, in termini di risorse e di investimenti, sulla ricerca per lo sviluppo di prodotti innovativi e sicuri per la salute umana, oltre che non testati sugli animali. Evidenziamo inoltre che Womo, nello sviluppo di nuovi prodotti, verifica l'assenza di test di sicurezza effettuati sugli animali, attuando tutti gli opportuni controlli. 

Top
Chiudi